Progetto Atlantide: conferenza di chiusura presso il liceo artistico
Lunedì 7 giugno alle ore 18, presso l'Aula Magna del Liceo Artistico di Termoli in Via Corsica 135, ci sarà una conferenza a chiusura del Progetto Atlantide durante la quale saranno descritte e documentate tutte le attività svolte.
Al successo del progetto hanno collaborato:
Il Comune di Termoli, il Comune di Petacciato, la Soprintendenza per i Beni Archeologici delle Puglie, la Soprintendenza per i Beni Archeologici del Molise, il Nucleo dei Carabinieri Sub di Bari, il Generale Comandante dei Carabinieri del Molise, l'Archeoclub di Termoli, il Liceo Classico "G.Perrotta" e il Liceo Artistico "B.Jacovitti" di Termoli, l'Assonautica di Termoli, la Federcoopesca di Termoli, il Circolo della Vela di Termoli, l'Associazione "Rose di Altilia"
SIETE TUTTI INVITATI A PARTECIPARE ALLA CONFERENZA

Di seguito riportiamo quali erano gli obbiettivi proposti all'inizio progetto:

ATLANTIDE,EGNAZIA, BUCA E TREMITI: archeologia e mito.
ISTITUTO DI ISTRUZIONE SUPERIORE "G.
PERROTTA"con aggregato LICEO ARTISTICO STATALE B.
JACOVITTI di TERMOLI.
DIRIGENTE SCOLASTICO: prof.
Antonio Mucciaccio.



In collaborazione:

- con la Soprintendenza per i Beni Archeologici del Molise, Soprintendente Archeologo dott.ssa Alfonsina Russo;

- con la Soprintendenza per i Beni Archeologici della Puglia, Soprintendente Archeologo dott.ssa Teresa Elena Cinquantaquattro;

- con il Museo di Egnazia, Direttrice dott.ssa Angela Cinquepalmi e con larcheologa dott.ssa Miranda Carrieri;

- con il Nucleo Carabinieri Subacquei della Regione Puglia, comandante Maresciallo Ugo Adorante;

- con l'Associazione Culturale Rose di Altilia di Bari, Presidente prof.ssa Rosalia Ruggiero.



Fasi di lavoro:

Le fasi di lavoro prevedono:

1) una lezione sul tema "Il mito di Atlantide, suoi risvolti archeologici e sua contemporaneità";

2) una lezione sul tema: " Buca: ipotesi e realtà";

3) una lezione sul tema: "Le Isole Tremiti: storia e archeologia"; il sito archeologico subacqueo di "San Nicola"; il relitto delle Tre Senghe a sud-ovest dellisola di San Domino;

4) una lezione sul tema L'archeologia come strumento di indagine scientifica per la ricostruzione storica; Metodologia e tecnica dello scavo archeologico; Lo scavo archeologico subacqueo;

5) visita sul campo ad Egnazia, con la presenza di esperti della Soprintendenza ai Beni Archeologici della Puglia e del Museo di Egnazia;

6) una lezione sul tema:La legge riguardante i Beni Culturali e i reperti archeologici subacquei;

7) visita sul campo per localizzare il porto di Buca, alle Tremiti per una ricognizione al sito archeologico subacqueo di San Nicola e al relitto delle Tre Seghe, posto a sud-ovest dell isola di san Domino.


Per tali ricerche ci si avvarrà della collaborazione e dell intervento degli esperti del Nucleo Carabinieri Subacquei della Regione Puglia competente anche per il Molise, che effettueranno una ricognizione subacquea dei relitti e delle preesistenze archeologiche con idonea attrezzatura subacquea e relativa trasmissione delle immagini in superficie su schermo, in modo tale che gli alunni possano seguire dal vivo i lavori.


Si terranno inoltre lezioni teoriche e si svolgeranno ricerche inerenti alcune discipline che consentono di completare la ricerca, quali la fotografia e l archeologia subacquea; si vedranno filmati e reportage scientifici, si utilizzeranno riviste archeologiche e scientifiche, libri, foto d epoca e moderne.


Le lezioni teoriche si svolgeranno presso il Liceo Classico Statale "G.
Perrotta" di Termoli (CB), quelle pratiche ad Egnazia, Buca (Termoli) e Tremiti.



Obiettivi:

Il progetto, che costituisce parte integrante dei curricoli di Italiano, Latino, Greco, Storia, Scienze e Arte del Liceo Classico Statale "G.
Perrotta" di Termoli (CB), mira a promuovere: a) la conoscenza del patrimonio storico- archeologico del territorio, inteso come eredità collettiva da tutelare e tramandare, sottolineando anche l"importanza che esso ha come risorsa e fattore di sviluppo economico; b) lo sviluppo di una cultura anche operativa per la conservazione e la tutela del bene culturale; c) la conoscenza dell'archeologia sia come strumento d'indagine concreta della storia che come occasione di approfondimento delle varie discipline correlate; d) la conoscenza del mito di Atlantide, dei suoi risvolti archeologici e della sua contemporaneità; e) la conoscenza delle realtà archeologiche subacquee del territorio come Buca, porto frentano, teoricamente posto nel tratto di mare tra la foce del Sinarca e la Torre di difesa dai Saraceni di Petacciato, le Isole Tremiti ed Egnazia, che presentano risvolti archeologici e scientifici similari a quelli proposti dal mito di Atlantide.




Postato il: 06/06/2010 - ore 15:16:17
postato da : Stenton @


Popular tags