Giandomenico Sale esordisce con il corto su Santa Lucia

TERMOLI.
Verrà presentato il 14 marzo alle ore 21.30 presso il cinema Sant'Antonio a Termoli.
Grande attesa per il corto cinematografico Martyrion- Santa Lucia- dell'attore e regista termolese Giandomenico Sale.
Il cast è per la maggior parte tutto molisano, meglio termolese, tranne l'antagonista, Maurizio Modica, stilista del brand Frankie Morello che si é reso disponibile oltre che per i costumi anche per interpretare il ruolo di Pascasio.


Gli altri attori sono Azzurra De Gregorio, Maria Teresa Colarelli, Maria Emma Di Vito, Enrica Sciarretta, Vittoria Venditti, Antonio Sale.
Le Musiche di Marco Werba ed il Direttore della Fotografia è William Mussini.
Abbiamo voluto parlare con il regista Giandomenico Sale che è al suo primo esordio dietro la macchina da presa.
Il suo nome è già noto, comunque, soprattutto in teatro.
Inizia il suo percorso formativo frequentando il Centro di formazione per Attori e Registi diretto da Beatrice Bracco a Roma e proseguendo poi con gli insegnanti della Silvio d’Amico, Emma Dante.


Decide di trasferirsi a New York dove entra in contatto con il Living Theatre di Judith Malina.
Approfondisce lo studio di Stasberg con l’actor coach Amy Werba e le tecniche vocali con il Premio Tony Sheila Dabney.
Da tre anni è direttore Artistico dell’Assulturale Frentania Teatri, attraverso la quale cura la Stagione Teatrale del Teatro Fulvio.
Abbiamo voluto approfondire direttamente con lui che ci ha spiegato: "Il corto é stato girato tra la fine di agosto e la prima settimana di settembre.
Le riprese si sono svolte tutte in Molise.
Nelle campagne di San Martino in Pensilis e nella Cripta della Chiesa Madre di Guglionesi".


Ma da cosa è nata l'idea di un cortometraggio sulla figura di Santa Lucia? "L'idea mi é nata dal fatto che sono sempre rimasto affascinato da tutto ció che circonda la vita dei santi.
Ti parlo del "mito" che si viene a creare intorno a queste figure e delle leggende e credenze popolari che si costruiscono per esaltarne la figura.
Un altro aspetto che mi affascina molto é quello antropologico, legato alle usanze e le tradizioni popolari.
In particolare Santa Lucia mi ha sempre destato una certa curiositá fin da bambino.
Quell'iconografia con gli occhi in un piattino mi incantava e incuriosiva.
Crescendo e conoscendo la sua storia ho scoperto che la sua figura va oltre l'aspetto religioso e diventa un'eroina, vista la sua capacitá di credere fino in fondo ai suoi ideali Infatti nel mio corto cerco di far uscire fuori proprio questo".


E volgendo uno sguardo al futuro abbiamo chiesto a Giandomenico se è quali altri progetti ci sono e lui ci ha salutati così: "Vi dico per scaramanzia solo il prossimo progetto che sta giá per partire, ovvero uno spettacolo teatrale tratto dalla fiaba de 'Il soldatino di stagno' di Andersen.
Poi ho giá pronte un paio di sceneggiature ma preferisco non parlarne per ora".





Postato il: 14/03/2014 - ore 14:37:31
postato da : Stenton @


Popular tags