3000 firma contro la centrale
TREMILA cori contrari alla realizzazione della centrale nucleare in basso Molise.
Tante le firme che sono state raccolte in appena 11 ore di 'lavoro' da Antonio Fasciano, portavoce del comitato spontaneo , insieme ai rappresentanti delle associazioni e .
Ed è a loro, e a tutti quelli che si sono recati presso lo stand allestito sabato e domenica presso piazza Monumento, che Fasciano dice il suo grazie.
Il dato definitivo sulle firme sarà reso noto ad ottobre, quando termineremo la raccolta firme.
Domenica - ha continuato Fasciano - abbiamo anche proposto un filmato con le spiegazioni di un fisico, Mattioli, su quanto puòincidere la sismicità del territorio sulla realizzazione di una centrale nucleare e sui rischi che si correrebbero in basso Molise dove il rischio di alluvioni è alto.
Vi immaginate quello che potrebbe succedere a Termoli se, per sfortuna, venissero aperte le paratie della diga del Liscione?>.
Un rischio davvero concreto che la popolazione vuole evitare a tutti i costi.
E intanto, mentre anche l'ex sindaco di Ururi, Luigi Plescia, ribadisce il della sua popolazione, sono stati tanti i rappresentanti politici che hanno deciso di recarsi a firmare la petizione contro il nucleare.
Tra questi - ha continuato Fasciano - anche imprenditori agricoli che hanno timore delle conseguenze che si potranno ripercuotere sull'agricoltura.
Stiamo aspettando che ci vengano restituiti tutti i fogli che abbiamo distribuito che continuano ad essere firmati.>




Postato il: 14/10/2009 - ore 23:03:18
postato da : Antonio_Fascian @


Popular tags