In Memoria di Lucio Dalla


In Memoria di Lucio Dalla


Anche qui in queste paese lontano dai paesi nativi del cantautore Bolognese, Lucio Dalla lascia il segno nindelebile del suo pasaggio.
A ricordarlo con affetto e commozione è Pasqualino Marinucci, che confessa il desiderio dello stesso Dalla di comprare casa in quel borgo vecchio che lui soleva visitare ogni qual volta si trovava a Termoli «Ci conoscevamo dal 1972 - racconta con la torretta bel vedere alle spalle - era una persona estremamente disponibile, parlava con tutti.
Amava molto la cucina tipica marinara, e voleva comprare un’abitazione nel paese vecchio, mi telefonava sempre, per avvertirmi che arrivava in città, anche se solo di passaggio» Pasqualino, primo ormeggiatore tine a ricordarlo così all'aria aperta con lo scenario del mare, quasi a voler far scaturire nel paesaggio primaverile un conforto.


Il cantautore bolognese se n’è andato, tre giorni prima del suo 69esimo compleanno. «Non ho parole…ci conoscevamo da una vita…»: Pasqualino sprofonda in un amaro sorriso e respira e si volta verso il mare «Avrebbe voluto comprare casa anche a Termoli, mi chiedeva spesso se era disponibile una mia abitazione nel paese vecchio».

Nella mente dell’amico termolese riaffiorano i ricordi più belli: «Era molto affettuoso, disponibile, parlava con tutti.
Ci siamo visti la prima volta nel 1972 era uno dei tanti bolognesi e turisti del nord che venivano in villeggiatura alle Diomedee.
E da allora non se n’è più andato.
Appena aveva un momento libero tornava qui, e io ero sempre pronto ad accoglierlo.
Negli anni d’oro le isole erano frequentate da numerosi artisti, come Ron, Pippo Baudo, Gianni Morandi e Pino Daniele molti hanno comprato un’abitazione e poi l’hanno lasciata, ma lui no, è rimasto sempre fedele a questo posto».



La scorsa estate, in occasione del mega concerto del 30 giugno contro l’off shore, Dalla aveva trascorso più di un mese nel suo piccolo paradiso a poche miglia da Termoli.
«Oltre ad amare il mare era anche un buongustaio – prosegue Marinucci – ci siamo visti di recente lo scorso novembre, era di passaggio per un concerto in Puglia, e durante il viaggio si è fermato in città e abbiamo pranzato insieme nel ristorante ‘La Torretta’».
Quello l’ultimo frammento delle tante ore trascorse insieme.
Due uomini di mare, tra l’altro coetanei, e in quella giornata inconsapevoli di salutarsi per l’ultima volta.




Postato il: 01/03/2012 - ore 15:28:36
postato da : Stenton @


Popular tags