Iniziate le trivellazione nel comprensorio delle Isole Tremiti alla ricerca di petrolio

Iniziano in questi giorni nel silenzio generale e nel mutismo mediatico le trivellazioni per l'accertamento di presenza di idrocarburi nel territorio delle ISOLE TREMITI; dopo una clamoroso ripensamento da parte del Ministro dell'Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare Stefania Prestigiacomo.



“Sulle trivellazioni e le ricerche di idrocarburi nelle acque delle isole Tremiti il ministro Stefania Prestigiacomo ha clamorosamente smentito se stessa,   perché poco meno di un anno fa a New York per una serie di riunioni alle Nazioni Unite, il ministro dell'Ambiente, citando espressamente le isole dell’Adriatico, espresse un deciso ’no’ ai sondaggi  nel Mediterraneo in vista di future ed eventuali trivellazioni, soprattutto in aree protette dove pozzi e piattaforme non potranno mai essere impiantati.
Una retromarcia quella del ministro Prestigiacomo che mette a repentaglio il  magnifico patrimonio ambientale della riserva marina delle Tremiti.” 


Lo dichiarano i senatori del Pd Roberto Della Seta,  Francesco Ferrante e Colomba Mongiello.
 
“Poco prima di incontrare il segretario Ban Ki-Moon nel maggio dello scorso anno – ricordano i senatori del Pd, che hanno presentato sulla vicenda un'interrogazione urgente ai Ministri Prestigiacomo e Galan -   il ministro dichiarò che ‘In Italia purtroppo spesso sono stati autorizzati studi e ricerche per verificare se c'e' il petrolio nei nostri fondali anche in prossimità di riserve protette, dove le trivellazioni non verranno mai autorizzate’.
Perché mai adesso Prestigiacomo ha voltato le spalle alla salvaguardia di un magnifico arcipelago, minandone seriamente l’integrità del patrimonio marino e ambientale?” 

“Non c’è che dire – concludono i parlamentari - una bella pubblicità per un territorio che vive di turismo quella della prospettiva di vedere un giorno uno dei tratti più belli del mar Adriatico costellato di piattaforme petrolifere.”


I senatori chiedono al ministro:

se non intenda intervenire urgentemente convocando una conferenza dei servizi, alla quale siano chiamati a partecipare la Regione Puglia, gli organi direttivi dell'area marina protetta, gli enti territoriali interessati, per verificare concretamente la correttezza nel rilascio delle autorizzazioni al largo delle coste pugliesi alla società Petroceltic Italia S.r.l.;

se non intenda, a tutela dell’ambiente, degli ecosistemi presenti nell'area marina delle isole Tremiti, sospendere tutte le autorizzazioni già rilasciate in attesa degli esiti della conferenza dei servizi.




Postato il: 13/04/2011 - ore 09:29:13
postato da : Stenton @


Popular tags