Passa la legge per raggruppare i tre cosorzi industriali del Molise in un'unica sede operativa, Termoli invece l'eccezione


Passa la legge per raggruppare i tre cosorzi industriali del Molise in un'unica sede operativa, Termoli invece l'eccezione



Ormai messo alle spalle lo scandalo dei rifiuti e degli smalti menti semi legali che avvenivano al Cosib di Termoli, il Cosib si appresta ad eleggere un nuovo presidente in barba alle nuove leggi che prevedono un unica cabina dirigenziale per tutto il Molise......
effettivamente sarebbe una grande risparmi di soldi, se invece di pagare tre dirigenti per quanto ne sono i consorzi industriali del Molise se ne pagasse solo uno.
Ma ovviamente una tale struttura sarebbe meno corruttibile....e sarebbe più responsabilizzata ma ovviamente e quello che non vogliono al Cosib di Termoli, vogliono il dirigente sulla zona così se scoppia qualche scandalo la regione prende subito le distanze da quel dirigente, dicendo di non saperne niente...
intanto Michele Petraroia in un comunicato invita la regione a far rispettare le proprie leggi:


“Al comma 31 dell’art.1 della legge finanziaria regionale è stato modificato l’assetto dei Consorzi Industriali ed è stato dato mandato alla Giunta di predisporre entro sessanta giorni una proposta di riordino, semplificazione e snellimento degli organi amministrativi dei tre Nuclei Industriali del Molise.
Con la stessa norma è prevista la costituzione di un'unica Agenzia Regionale per lo Sviluppo che coordinerà le politiche industriali e di servizio degli stessi Consorzi.
Per questa ragione sollecito il Presidente della Giunta e l’Assessore alle Attività Produttive a fermare le procedure per l’elezione del Presidente del Nucleo Industriale di Termoli.


Agire all’interno delle vecchie regole contrasta con la nuova legge e rinvia sine die un giusto disegno riformatore che può ridurre la pletora di organi burocratici che agiscono nel territorio, sulle politiche di promozione, servizi alle imprese e sviluppo locale, orientandoli verso un oculato coordinamento e verso un auspicabile contenimento della spesa pubblica.
Persistere nelle desuete pratiche del passato in un Ente coinvolto da una pesante vicenda giudiziaria equivale ad ammettere che il riordino approvato in Finanziaria non ci sarà e tutto resterà invariato salvo il nome del Presidente.

Sono convinto che al Molise serve fare un passo avanti, superare i Consorzi, creare l’Agenzia di Sviluppo e sostenere con strumenti innovativi le politiche di promozione industriale, la gestione delle aree produttive e l’assistenza tecnica alle imprese con l’obiettivo di attrarre investitori esterni e agevolare i progetti delle piccole e medie imprese locali.


Non mi attardo sulle responsabilità politiche degli Organi del Nucleo Industriale di Termoli e lascio ai cittadini giudicare se chi per anni è stato al fianco dell’Ingegner Del Torto, ne ha condiviso la gestione e ha approvato tutti i deliberati, possa essere oggi chiamato a presiedere il Consorzio”.







Postato il: 31/01/2011 - ore 13:25:01
postato da : Anonimo @


Popular tags