Colpo al "Costa Verde" Rubati nella notte 50.000 euro nella cassaforte


Colpo al "Costa Verde" Rubati nella notte 50.000 euro nella cassaforte


Questa volta i ladri non hanno scelto la strada dell'esplosivo come nel luglio scorso, sono stati letteralmente abbattuti i muri con la ruspa:
ancora un colpo alla Diabolic che ha preso di mira la cassa continua ’Costaverde’.
La banda ha fatto irruzione nel locale della cassaforte con un escavatore, prelevando 50mila euro dopo aver bloccato le strade di accesso al centro commerciale con tir rubati poco prima.
Il vigilantes è arrivato troppo tardi, quando i banditi si erano già dileguati con il bottino.
Un colpo da manuale, organizzato nei minimi dettagli, che ricalca i due furti messi a segno negli ultimi mesi nella stessa struttura commerciale.


Tutto è stato organizzato nei minimi dettagli.
Nessun errore, nessun imprevisto.
E il colpo al centro commerciale ’Costa Verde’ di Montenero di Bisaccia è riuscito alla perfezione.
Un furto che farebbe invidia alle pellicole americane.
I ladri, almeno sei persone, secondo le immagini delle telecamere a circuito chiuso, con l’aiuto di un escavatore hanno sfondato i muri del locale in cui si trova la cassaforte del supermercato Oasi.
L’hanno aperta e l’hanno ripulita.
50mila euro il bottino, che hanno avuto tutto il tempo di portare via.


Nel piano che hanno messo in piedi, infatti, nulla è stato lasciato al caso.
Come la decisione di mettere un camion e alcuni mezzi da lavoro a sbarrare le due strade di accesso al centro commerciale.
Veicoli rubati qualche ora prima dal deposito di una ditta di calcestruzzo che si trova lungo il fiume Trigno.
Anche l’escavatore usato per sfondare i muri è stato trasportato all’interno del centro commerciale percorrendo le campagne limitrofe.

Quando è scattato l’allarme il sorvegliante in pochi minuti è arrivato sul posto.
Ma a sbarragli la strada c’erano appunto i mezzi rubati.
Si è dovuto avviare a piedi e nel frattempo chiamare i carabinieri.
Quando però è riuscito a raggiungere il Costa Verde, ormai, era troppo tardi.
I malviventi erano già fuggiti, lasciando dietro di se solo macerie.
Il colpo c’è stato intorno alle 4 di mattina e le telecamere di sorveglianza hanno registrato tutto.
Impossibile però riuscire a individuare i responsabili.
Tutti incapucciati.
Sul furto stanno indagando i carabinieri.
Il terzo in poco più di un anno.
L’ultimo c’era stato solo lo scorso luglio.
In entrambi i casi avevano portato via 100mila euro.




Postato il: 04/10/2010 - ore 15:32:12
postato da : Anonimo @


Popular tags