Eriminia Gatti entra a far parte della coalizione l'@alternativa


Eriminia Gatti entra a far parte della coalizione l'@alternativa


Dopo Massimo Romano, anche Erminia Gatti, entra a far parte della coalizione l’@lternativa di Roberto Ruta.


“Domani parteciperò all’evento ufficiale con cui debutterà @lternativa”, esordisce Erminia Gatti nella conferenza stampa di questa mattina.
Voglio lanciare un appello al buonsenso di chi si ritiene di essere nel centrosinistra, poiché in un momento storico così particolare come quello che stiamo vivendo, con la conclamazione del doppio fallimento del modello Iorio, sia gestionale che politico, con la maggioranza in pezzi e i conti al disastro, la nostra coalizione, quella in cui abito da sempre, ha il dovere di ritrovare compattezza e unità d’intenti, nel tentativo congiunto di risollevare il Molise da quel baratro verso cui il centrodestra l’ha spinto.
Proviamo a fare per una volta la politica con la P maiuscola.
Io stessa considero questo passaggio simbolico ma non solo come un work in progress, non un’adesione sic et simpliciter, poiché la dinamica della politica attuale, senza sfociare in quella nazionale, perché ci allontanerebbe dall'obiettivo, sfugge alle regole e agli estremismi della seconda repubblica e, forse, guarda più agli equilibri della prima.
Anche io, su questo, mi sto ricredendo.
Abbiamo deciso di prendere in considerazione questo progetto per puntare ad allargare la base elettorale del centrosinistra e uniformare la politica di coalizione, nell’auspicio che non si perdano pezzi, anche se la chiusura a riccio e pregiudizievole di Antonio Di Pietro, se confermata, sarebbe lesiva e controproducente.
Abbiamo bisogno del contributo dell’Italia dei Valori come quello di tutte le altre anime che avversano lo iorismo per vincere, nessuna esclusa”.

Conclude infine specificando:

"La mia è una scelta di assoluta autonomia, in linea con la mia storia e non certo di convenienza, altrimenti avrei ceduto alle lusinghe del partito che a febbraio decise di condividere la mia battaglia per il Comune di Termoli, divenendone in seguito tassello unico in consiglio comunale, posizione tutt’altro che scomoda, invece la mia è un’apertura di credito oggettiva e non soggettiva, con destinazioni e distanze ben rimarcate”.




Postato il: 09/09/2010 - ore 23:31:17
postato da : Anonimo @


Popular tags