Failms-Cisal: Comunicato stampa dopo il licenziamento della guardia giurata


Failms-Cisal: Comunicato stampa dopo il licenziamento della guardia giurata


Un nuovo licenziamento alla fiat di Termoli,
ulteriore vittima sacrificale al piano Marchionne

Il licenziamento comunicato ieri sera, a fine turno, ad un dipendente della SIRIO, societ€ di
sorveglianza del gruppo Fiat, • l’ennesimo atto di arroganza messo in campo dalla dirigenza dello
stabilimento, non solo per le motivazioni addotte ma, anche e soprattutto per le modalit€ con cui si
• giunti ad esso!
Il sorvegliante in questione • un componente del direttivo sindacale provinciale della FAILMS-cisal,
il quale proprio in questa veste usufruisce di permessi per l’espletamento delle funzioni
assegnategli.
Il motivo del licenziamento, completatamene pretestuoso, starebbe nel non aver espletato le
funzioni sindacali durante tali permessi!
Sezione seconda art.5 del ccnl metalmeccanici “Ai lavoratori che siano membri degli organi
direttivi nazionali e provinciali delle Confederazioni sindacali, dei Comitati direttivi delle
Federazioni nazionali di categoria e dei Sindacati provinciali metalmeccanici, potranno
essere concessi brevi permessi retribuiti fino a 24 ore per ciascun trimestre solare, per il
disimpegno delle loro funzioni, quando l’assenza dal lavoro venga espressamente richiesta
per iscritto dalle Organizzazioni predette e garantito
comunque in ogni reparto lo svolgimento dell’attivit‚ produttiva.”
Al nostro dirigente piƒ volte • stata negata la possibilit€ di partecipare alle riunioni del comitato
direttivo, adducendo presunte esigenze tecnico-produttive, tenendo presente che il tipo di orario
non permette la fruizione contemporanea dei permessi(in qualsiasi giorno della settimana si
svolga, una parte del direttivo • sempre a riposo), di solito si recupera il riposo in una giornata
diversa.
Questa • la normalit€ in tutti i direttivi delle varie sigle sindacali dal giorno della firma
dell’orario di lavoro sui 18 turni!
Quindi ognuno fa nella giornata di “recupero” ci† che meglio gli aggrada, anche se nel caso del
dirigente in questione, nonostante fossero giornate di recupero era intento a svolgere attivit€
sindacale...che ovviamente potremo ampiamente dimostrare innanzi al giudice!
Premesso che l’unico organismo che pu† contestare una simile violazione • la organizzazione
stessa, non certo la dirigenza dell’azienda, (e non c’• stata nessuna violazione, in quanto il
permesso per il dirigente sindacale era stato chiesto per svolgere le funzioni che ha svolto) la
cosa che appare piƒ grave, pur nella gravit€ di un licenziamento, • che il sorvegliante • stato fatto
oggetto di pedinamenti e “sorveglianza” da parte di incaricati dell’azienda stessa! Tutto ci† si
evince dalla comunicazione data al lavoratore all’atto della contestazione dove, vengono ricostruite
in maniera minuziosa le giornate del suddetto.
Ribadendo la pretestuosit€ del licenziamento, la segreteria provinciale della FAILMS, riconosce
l’intento discriminatorio e persecutorio nei confronti della propria OO.SS e di tutti coloro che non si
omologano agli interessi del padronato e soprattutto non accettano che la rappresentanza
sindacale debba essere a totale asservimento delle politiche padronali.
Se la dichiarazione del dott.
Marchionne al meeting di Rimini ( basta con la guerra tra operai e
padroni) vuol dire che dobbiamo accettare passivamente questo tipo di decisioni, allora ci dispiace
ma la guerra per noi non • finita!




Postato il: 09/09/2010 - ore 02:48:39
postato da : Anonimo @


Popular tags