Scala a chioccia deciso perl'abbattimento
Si è presa la decisione in cosiglio comunale di non andare per le lunghe e si è votata quasi all'unanimità la delibera che ne sancische la definitiva distruzione, non si capiscie bene di come sostituiranno quell'importante accesso al porto di termoli.
Nella sua bruttezza verrà rimpianta sicuramente per la sua utilità.

Riportiamo di seguito il testo integrale della Delibera di Giunta:

LA GIUNTA COMUNALE

Premesso che le recenti polemiche sulla provvisoria localizzazione dei manufatti adibiti a stoccaggio e conservazione del pesce a ridosso delle mura medioevali del Borgo Antico, sia pure preventivamente condivisa da tutte le autorità amministrative preposte alla vigilanza ed al controllo dei vincoli di zona, Regione Molise e Soprintendenza comprese, hanno riportato all’attenzione della pubblica opinione e, quindi, della stessa Amministrazione Comunale il tema della delocalizzazione


di tutte le strutture, di nuova e vecchia costruzione, realizzate nell’ambito portuale in stridente contrasto con l’ambiente circostante.

Considerato che insistono nella stessa zona rilevanti opere edilizie costituenti sicuro conflitto con l’ambiente, il paesaggio e la storia di luoghi cari alla memoria termolese che l’Amministrazione Comunale è tenuta a valutare e preservare, rendendosi promotrice della difesa di valori oggi giustamente riscoperti carenti di tutela, anche ripensando criticamente decisioni assunte in termini di precarietà delle soluzioni adottate.

Ritenuto che in ogni caso debba essere dall’azione politica respinta l’insidia di strumentali argomentazioni assai gravi se provenienti da ambienti responsabili di passate violenze paesaggistiche ed edilizie consumate sul territorio e sulla stessa zona portuale con strutture non reversibili, definitive e fortemente impattanti.

Dato atto che l’Amministrazione Comunale, per quanto di sua competenza e con procedura d’urgenza, ha avviato il procedimento per la delocalizzazione dei box ittici, convocando un tavolo di concertazione e la conferenza di servizi per le definitive determinazioni sul nuovo sito prescelto.

Rilevato che nell’ambito delle procedure di bonifica degli spazi portuali caratterizzati dalla presenza di manufatti interferenti negativamente con il paesaggio e con l’ambiente circostanti si impone come prioritaria l’individuazione di un accesso pedonale al Borgo Antico alternativo all’attuale scala a chiocciola, prefigurandone la sua demolizione a motivo del forte contrasto determinato dalla sgradevole fattura dell’opera edilizia e della sua negativa interferenza con il progetto di sistemazione definitiva del Porto di Termoli.

Ravvisata la necessità di assegnare ai responsabili dei servizi comunali, nell'ambito dei programmi definiti dall'organo politico e nei limiti delle risorse individuate per realizzarli, livelli prioritari di interventi per equilibrare ed ottimizzare il rapporto tra costi, quantità e qualità dei servizi offerti e prodotti e per assicurare la funzionalità dell'organizzazione dell'ente, l'efficacia, l'efficienza ed il livello di economicità nell'attività di realizzazione dei predetti obiettivi.

Visto il D.Lgs, n.263/2006 ed in particolare l’art.
90 (progettazione interna ed esterna alle amministrazioni aggiudicatrici in materia di lavori pubblici), in forza del quale le prestazioni relative alla progettazione preliminare, definitiva ed esecutiva di lavori, nonché alla direzione dei lavori e agli incarichi di supporto tecnico-amministrativo alle attività del responsabile del procedimento e del dirigente competente alla formazione del programma triennale dei lavori pubblici sono espletate dagli uffici tecnici delle stazioni appaltanti.

Visto lo Statuto Comunale.
Visto il vigente Regolamento di Contabilità.
Visto il vigente Regolamento dei Contratti.
Visto il Decreto Legislativo 18 agosto 2000, n,267.
Visti i pareri espressi dai responsabili dei servizi sulla regolarità tecnica della proposta ai sensi dell’art.49 del T.U.
delle leggi sull’ordinamento degli enti locali approvato con Decreto Legislativo n.267/2000.
Dopo breve discussione, a voti unanimi resi nelle prescritte forme di legge.

DELIBERA

Di assegnare al Dirigente Responsabile dell’Ufficio Tecnico Comunale l’obiettivo di procedere alla redazione di uno studio progettuale mirato all’individuazione di un accesso pedonale al Borgo Antico alternativo all’attuale scala a chiocciola, prefigurandone la sua demolizione a motivo del forte impatto determinato dalla sgradevole fattura dell’opera edilizia e della sua negativa interferenza con il progetto di sistemazione definitiva del Porto di Termoli.

Di affidare per la finalizzazione dell’obiettivo assegnato allo stesso Dirigente anche i poteri di impulso e di coordinamento con ogni altro competente settore comunale, in particolare con l’Urbanistica, con l’Ambiente e con la Ragioneria, autorizzandolo sin d’ora ad avvalersi – ove ritenute indispensabili - anche di collaborazioni esterne per i rilievi e le relazioni specialistiche occorrenti e per le attività di supporto al responsabile del procedimento.
Lo stesso Dirigente provvederà ad elaborare uno studio preliminare di fattibilità all’esito della cui approvazione saranno quantificate le occorrenze finanziarie ed individuate le modalità della relativa acquisizione per la progettazione di dettaglio e per l’affidamento dei lavori.
Il termine per lo studio di fattibilità è di 90 giorni dalla data di efficacia del presente provvedimento.

Di dichiarare il presente atto immediatamente esecutivo, avendo la relativa proposta ottenuto la prescritta maggioranza di voti.

Termoli, 7 luglio 2009




Postato il: 08/07/2009 - ore 08:05:47
postato da : Anonimo @


Popular tags